NEWS

In questa sezione potrete trovare le News ed Eventi del Consorzio Romero, della rete consortile e del sistema cooperativo

03/03/2017 - Coop Up - Percorso di Open Innovation in chiave cooperativa

E’ partito il 1° Marzo, dopo un incontro di presentazione il 15 Febbraio, il percorso di formazione per imprenditori in start up promosso dal Consorzio insieme a Impact Hub Reggio Emilia e Confcooperative nell’ambito del progetto Coop Up. Nella cornice della Polveriera di Reggio Emilia le venti idee imprenditoriali si sono presentate reciprocamente e si sono... ... leggi tutto

Coop Up - Percorso di Open Innovation in chiave cooperativa - 03/03/2017

E' partito il 1° Marzo, dopo un incontro di presentazione il 15 Febbraio, il percorso di formazione per imprenditori in start up promosso dal Consorzio insieme a Impact Hub Reggio Emilia e Confcooperative nell'ambito del progetto Coop Up.

Nella cornice della Polveriera di Reggio Emilia le venti idee imprenditoriali si sono presentate reciprocamente e si sono misurate con le proposte di Paolo Venturi, Direttore di Aiccon, e Giovanni Teneggi, Direttore di Confcooperative Reggio Emilia. Ha chiuso l'incontro un breve racconto del progetto La Polveriera da parte del presidente della società Leonardo Morsiani, e di Lorenzo Baldini, architetto progettista dell'intervento.

03/03/2017 - Il Nuovo Cto al "Maffia"

il trasloco è di queste ore. Il nuovo “CTO”, storico centro sociooccupazionale della rete consortile gestito da Coop. Anemos si trasferisce in viale Ramazzini, dietro la stazione, altra zona da riqualificare e rigenerare come quella del Mirabello, nei locali dove fino a pochi anni fa si ballava e suonava al Maffia. Comincia un nuovo coraggioso percorso.... ... leggi tutto

Il Nuovo Cto al "Maffia" - 03/03/2017

il trasloco è di queste ore. Il nuovo "CTO", storico centro sociooccupazionale della rete consortile gestito da Coop. Anemos si trasferisce in viale Ramazzini, dietro la stazione, altra zona da riqualificare e rigenerare come quella del Mirabello, nei locali dove fino a pochi anni fa si ballava e suonava al Maffia.

Comincia un nuovo coraggioso percorso. auguri.

03/03/2017 - Laboratori di Akos

Laboratori di arte, benessere, musica, teatro, gruppi di confronto e percorsi espressivi: è la vasta attivazione di opportunità rivolti ad adulti, bambini, professionisti, famiglie - anche rivolti a persone con disabilità - che la cooperativa Coress ha avviato in Polveriera con il nome di “Akos - Centro di orientamento al cambiamento”. I primi appuntamenti (Mindfulness... ... leggi tutto

Laboratori di Akos - 03/03/2017

Laboratori di arte, benessere, musica, teatro, gruppi di confronto e percorsi espressivi: è la vasta attivazione di opportunità rivolti ad adulti, bambini, professionisti, famiglie - anche rivolti a persone con disabilità - che la cooperativa Coress ha avviato in Polveriera con il nome di "Akos - Centro di orientamento al cambiamento". I primi appuntamenti (Mindfulness meditation; Gruppi di confronto genitori di bambini disabili) sono già partiti.

Per ogni informazione rivolgersi a akos@coress.org; 3371142591

30/11/2016 - Nuovi rami di impresa e imprese innovative

Saranno sei mesi molto intensi quelli che attendono i candidati al progetto “COOP UP”, attraverso il quale Confcooperative vuole avvicinare all’economia cooperativa i giovani, in primo luogo, promuovendo in tal modo nuova imprenditoria e, soprattutto - come sottolinea Roberto Magnani, responsabile del progetto per la centrale cooperativa - “forti elementi di innovazione sia nei metodi... ... leggi tutto

Nuovi rami di impresa e imprese innovative - 30/11/2016

Saranno sei mesi molto intensi quelli che attendono i candidati al progetto "COOP UP", attraverso il quale Confcooperative vuole avvicinare all'economia cooperativa i giovani, in primo luogo, promuovendo in tal modo nuova imprenditoria e, soprattutto - come sottolinea Roberto Magnani, responsabile del progetto per la centrale cooperativa - "forti elementi di innovazione sia nei metodi di costruzione delle nuove iniziative che nei servizi/prodotti che le porteranno sul mercato".

 

Il progetto, realizzato da Confcooperative insieme ad Impact Hub Reggio Emilia, Consorzio Oscar Romero (che rendono anche disponibili spazi di coworking) e con il sostegno di Banco Cooperativo Emiliano, in sei mesi prevede 8 incontri di formazione intensiva e gratuita , cui si affiancano due laboratori che chiameranno in causa importanti cooperative del territorio e 12 appuntamenti più informali che coinvolgeranno affermati imprenditori e cooperatori reggiani : "occasioni, queste - spiega Magnani - per accelerare alcune delle idee imprenditoriali che saranno al centro del percorso e far così decollare le nuove imprese con i loro prodotti e servizi".

 

"La formazione intensiva - prosegue l'esponente di Confcooperative - conterrà già alcuni forti elementi di innovazione. Insieme ad approfondimenti sui valori distintivi del modello cooperativo, al business plan, alla valutazione di impatto dei progetti imprenditoriali presentati dai candidati, al rapporto con gli investitori e alle analisi di mercato, si approfondiranno, infatti, le tecniche del lean approach, finalizzate a ridurre gli sprechi fino ad annullarli, così come di metodologie di costruzione del business plan che tengono conto di valori che vanno oltre quelli strettamente economici e, ancora, di web marketing e public speaking".

 

"Tutto questo - sottolinea Magnani - sarà poi al centro di uno specifico laboratorio di specializzazione e di concretizzazione delle idee presentate e valutate positivamente".

 

Più che come percorso strettamente individuale per giovani, aspiranti imprenditori e imprese già esistenti che vogliono sviluppare nuovi rami d'azienda, "COOP UP "si configura - spiega Magnani - "come una vera e propria community che aggrega persone, team, cooperative già formate e idee innovative di impresa, generando anche collaborazioni in linea con quanto sta accadendo all'interno di un mondo industriale che affida sempre di più la ricerca e l'innovazione a soggetti esterni, cioè ad aziende che si configurano come partner e fornitori su questi ambiti specifici, nei quali esistono possibilità di sviluppo rilevanti".

 

Alle nuove imprese che nasceranno, Confcooperative offrirà poi gratuità e agevolazioni sui servizi fiscali, amministrativi, di gestione delle risorse umane, accesso al credito e alle garanzie sussidiarie.

 

L'accesso al progetto "COOP UP" avverrà sulla base della validazione dei progetti che i candidati possono presentare a partire dal 17 novembre attraverso una call reperibile sul sito il cui link è ALLEGATO. http://www.coopup.net/Reggio-Emilia

 

Il bando resterà aperto sino al 15 gennaio 2017, mentre il percorso inizierà a febbraio e si concluderà a luglio del prossimo anno.

 

19/11/2016 - Auguri all'Ovile e al suo nuovo Direttore

Gabriele Mariani, 40 anni, sposato, 3 figli, è il nuovo direttore della cooperativa sociale L’Ovile, realtà di punta di Confcooperative nell’ambito dell’inserimento lavorativo di persone svantaggiate. Già vicedirettore della cooperativa, nella quale lavora da diversi anni, Mariani subentra nell’incarico a Daniele Marchi, dimessosi nei giorni scorsi e poi nominato assessore al bilancio, patrimonio e società partecipate... ... leggi tutto

Auguri all'Ovile e al suo nuovo Direttore - 19/11/2016

Gabriele Mariani, 40 anni, sposato, 3 figli, è il nuovo direttore della cooperativa sociale L'Ovile, realtà di punta di Confcooperative nell'ambito dell'inserimento lavorativo di persone svantaggiate.

Già vicedirettore della cooperativa, nella quale lavora da diversi anni, Mariani subentra nell'incarico a Daniele Marchi, dimessosi nei giorni scorsi e poi nominato assessore al bilancio, patrimonio e società partecipate del Comune di Reggio Emilia, con delega anche al coordinamento delle politiche e progettualità per lo sviluppo economico. 
 
"A Marchi - sottolinea il presidente de L'Ovile, Valerio Maramotti - va il sentito ringraziamento degli amministratori, dei soci (259 in totale) e dei lavoratori impegnati nella nostra cooperativa (prossimi alle 300 unità, e in gran parte soci-lavoratori), che sotto la direzione di Marchi ha accelerato un cammino di sviluppo che oggi ci consente di essere punto di riferimento per l'inserimento al lavoro e l'integrazione sociale di 140 persone appartenenti a categorie svantaggiate". 
 
Tra queste, tra l'altro, spiccano anche i carcerati che dalla primavera scorsa sono impegnati nel laboratorio di falegnameria (oltre che nelle aree agricole esterne) attivato da L'Ovile nella struttura carceraria di via Settembrini grazie alla collaborazione con la direzione penitenziaria, l'amministrazione comunale e l'azienda Fratelli Veroni fu Angelo s.p.a di Correggio. 
Archiviato il 2015 con un fatturato di oltre 8 milioni di euro (+15% sul 2014, con un contemporaneo incremento dell'occupazione dell'11%), nel luglio scorso L'Ovile ha portato a compimento un importante processo di integrazione con la cooperativa sociale Il Villaggio, particolarmente impegnata nelle aree della montagna reggiana, con 41 lavoratori (di cui una trentina appartenenti a categorie svantaggiate), 27 soci e poco meno di un milione di fatturato. 
Per il 2016 è previsto un fatturato di 9,3 milioni di euro e, "soprattutto - osserva il presidente Valerio Maramotti - un'ulteriore crescita di quei livelli occupazionali che, per L'Ovile, significano innanzitutto solidarità, prossimità, integrazione e riscatto per tante persone segnate in modi diversi dalla sofferenza". 
 
"In questo senso - conclude Maramotti - l'esperienza, la sensibilità e le capacità del nuovo direttore Gabriele Mariani rappresentano una risorsa primaria per la cooperativa".